REGOLAMENTI, NORMATIVE ed ESAMI PER ISTRUTTORI

 

LE DISCIPLINE DI FORMAZIONE SURVIVAL – OUTDOOR CONTEMPLATE DALLA FEDERAZIONE

Il Survival-Outdoor, anche definito “SURVIVING” nella nostra accezione sportiva, è un insieme di pratiche formative transdisciplinari indispensabili per addestrarsi alla sopravvivenza in ogni contesto ambientale. Ne sono previste venti.

TRE DI RESISTENZA E RESILIENZA PSICOFISICA

– Marcia o trasferimento in autonomia (con qualsiasi mezzo e con equipaggiamento ridotto)

– Permanenza obbligata  in situazioni di disagio (in qualsiasi ambiente e con risorse limitate)
– Superamento di fobie; analisi, controllo e gestione di risposte emotive, stress e frustrazione (in ogni contesto).

CINQUE FORMATIVE

1-Tecniche di sopravvivenza. Costruzioni di utensili, ripari, armi, natanti e strutture primitive; tecniche di utilizzo, lavorazione di materiali naturali e trattamento di materie prime; accensione fuoco e cotture con metodi primitivi; pratica di nodi; manovre in corda, montaggio ponti e funi sospese; sistemi di sicurezza, imbracature e recuperi in altezza; metodi di ebollizione, purificazione e distillazione acqua; metodi di reperimento risorse e alimenti; recupero di comfort relativo.
2- Primo soccorso, pronto intervento e recupero feriti. Test pratici, procedure e verifiche in simulazione.
3-Teoria. Equipaggiamento e kit di sopravvivenza; segnalazioni d’emergenza; cartografia e orientamento con e senza bussola, uso G.P.S.; principi di botanica, zoologia, meteorologia, mineralogia, farmacologia, igiene e profilassi, alimentazione, anatomia e fisiologia, antropologia, ecologia umana, vegetale, animale, etologia, meccanica, legislazione.
4-Tattica. Autopreservazione, equipaggiamento, logistica, difesa, attacco, mimetizzazione, prevenzione, fuga.
5-Psicologia, sociologia, economia del comportamento e organizzazione. Problem solving; adattamento, exattamento e resilienza; dinamiche di gruppo; leaderismo e cooperazione; pianificazione di missioni; gestione e prevenzione di crisi, strategia preventiva delle catastrofi (Prepping), paure e fobie.

DODICI DI ABILITA’ E SPECIALITA’

1) Orientamento (con e senza bussola e mappa); 2) Arrampicata (su qualsiasi parete e in ogni contesto); 3) Passaggi in corda (singola, doppia, tripla, orizzontale, verticale); 4) Tiro con l’arco; 5) Giavellotto mirato (con e senza propulsore);

6) Attrezzi semplici da lancio (a rotazione, a elastico e a soffio); 7) Nuoto e acquaticità; 8) Uso di natanti a remo e vela;

9) Fuoristrada (con mezzi motorizzati e non); 10) Attrezzi da neve e scivolamento; 11) Difesa personale;

12) Pratiche di destrezza (percorso a ostacoli, passaggi in brachiazione e in equilibrio).

 

GARE, SURVIVAL GAMES, CONTEST e TESTAGE (test di sopravvivenza individuali e di gruppo)

Sono indetti o approvati dal Direttivo F.I.S.S.S. sotto la supervisione diretta di almeno due dei suoi membri e almeno un Istruttore “Esperto” e da uno “Master”. Possono essere solo simulazioni di Survival in estrema sicurezza, in logica sperimentale o propedeutica e comunque non agonistica in senso stretto.

Devono essere mirati al risultato e non alla competizione pura. Devono mettere in campo almeno 10 delle discipline previste dal regolamento e premiare più le dinamiche di gruppo e il comportamento che il valore fisico individuale dei partecipanti.

Devono prevedere anzitutto le classifiche di gruppo dando minore rilievo a quelle individuali. Vanno effettuati a squadre miste equivalenti, in numero libero, selezionate con un criterio “leader, mediatore, aggregato” (ovvero con la compresenza di esperti, competenti e neofiti).

Possono essere chiamate GARE in senso agonistico e multisportivo (Survival decathlon) solo quelle in cui tutti i partecipanti siano in possesso di un certificato medico per attività agonistiche, rilasciato da un Ente autorizzato. Per i SURVIVAL GAMES invece è sufficiente un certificato medico per attività sportiva non agonistica. Il CONTEST rappresenta in altro modo un certame di verifica sperimentale pratica (individuale o di gruppo) in cui i partecipanti a uno stage, a un corso o a una manifestazione, si misurano contestualmente in un saggio finale, o azione dimostrativa, mettendo alla prova le proprie capacità e i saperi acquisiti.

La F.I.S.S.S. indice ogni anno dei “TESTAGE” (Esame formativo) riservati a Operatori e Istruttori federali a scopo di aggiornamento su temi sempre diversi (raccolti in protocolli disciplinari) e di verifica per aspiranti a passaggi di livello “Base”, “Esperto” e “Master”.

 

I CORSI DI SOPRAVVIVENZA F.I.S.S.S.

Sono di cinque tipi: Propedeutici, Base, Avanzati, Professionali e di perfezionamento (Clinic)
I corsi propedeutici di prima formazione per appassionati di Outdoor, neofiti o minorenni, possono essere tenuti solo dalle Associazioni-Scuola consociate F.I.S.S.S. che abbiano nello staff almeno un Istruttore federale “Esperto”.

Lo stesso vale per i corsi base di formazione (abilitanti) rivolti ad aspiranti Operatori Federali di Survival e Outdoor.

I corsi avanzati di approfondimento, abilitanti per aspiranti Istruttori Base Federali o personale di Enti Pubblici e privati di rilievo, possono essere indetti o approvati solo dal Direttivo F.I.S.S.S. e affidati alle Associazioni o agli Istruttori “Master” designati che dispongano di un campo scuola idoneo.

Lo stesso vale per i corsi professionali di Formazione Survival-Outdoor, abilitanti per aspiranti Istruttori Esperti Federali (che possono prevedere anche l’intervento di specialisti esterni) e per i clinic di perfezionamento tenuti da tutor Master della FISSS e/o altri consulenti tecnici.

Tutti i corsi devono mettere in campo almeno la maggioranza delle discipline sopra previste; possono essere rivolti solo ai soci delle Associazioni affiliate F.I.S.S.S. in possesso di tessera e assicurazione (o a partecipanti esterni con copertura assicurativa autonoma idonea) e devono prevedere anche ospitalità, dispense, materiali e alimenti di buon tenore adeguati all’esperienza.

I costi individuali dei corsi sono discrezionali per ogni scuola, ma nel rispetto del tariffario FISSS minimo.

 

IL CORSO PROPEDEUTICO (di iniziazione per appassionati, neofiti e ragazzi)

ORE DI DOCENZA A DISCREZIONE delle Scuole e degli Istruttori con pernottamenti facoltativi.

PARTECIPANTI: massimo 10  per ogni Istruttore (coadiuvato da altri Istruttori o operatori per più presenze).
DOVE: campo attrezzato o ambiente idoneo per effettuare, anche in modo itinerante,  le attività previste.
PROGRAMMA CONSIGLIATO: 1. TEORIA. Presentazione del corso e briefing informativo sui principi di Survival, Surviving, Ecologia Umana; preservazione individuale e di gruppo; paure e fobie; analisi kit di sopravvivenza; consegna manuali o dispense.
2. ABILITA’ MOTORIE E DESTREZZE. Percorsi eco-dinamici, passaggi in corda e su ponti arborei, zip line, arrampicata su boulder o tree climbing. 3. MANUALITA’. Nodi principali e loro applicazioni. 4. FUOCO E ACQUA. Accensione del fuoco, bollitura e potabilizzazione acqua, ecosistemi e risorse alimentari, cotture con sistemi primitivi. 5. ALIMENTAZIONE. Materie prime per il cibo (trattamento e cotture senza strumenti). 6. CACCIA E DIFESA. Tiri con attrezzi da lancio: arco, giavellotto (con e senza propulsore), bastoni da lancio,ecc. 7.ORIENTAMENTO. Nozioni base con e senza bussola (cartografia minima). 8. RIPARI. Tecniche di allestimento individuale e/o di gruppo. 9. AUTONOMIA. Cena autogestita e bivacco d’emergenza al campo (o zone limitrofe) nei ripari costruiti o in alloggiamenti elementari. Segnalazioni di soccorso. Criteri di sicurezza e comfort nel pernottamento. 10. ESPLORAZIONE E RICERCA. Disorientamento e orientamento (con e senza bussola). Trekking ed elementi di conoscenza dell’ecosistema. 11. CONTEST dei partecipanti e autovalutazione. 12. Debriefing, consegna attestati e congedo.

IL CORSO BASE (per aspiranti Operatori F.I.S.S.S.)

DURATA minima: 48 ore di docenza in due giorni e almeno una notte (anche in più sedute).

PARTECIPANTI: massimo 8 per Istruttore Master o Esperto (coadiuvato da Istruttore Base o Operatori per più presenze).

DOVE: in campo attrezzato o  itinerante in territorio non antropizzato.
PROGRAMMA MINIMO: 1. Teoria e principi di Sopravvivenza. 2. Verifica del kit di sopravvivenza personale, delle risorse alimentari e delle  attrezzature  necessarie. 3. Nozioni di arrampicata con attrezzi a norma su parete. 4. Percorso di destrezza su cavi o corde con imbracature a norma. 5. Costruzione ripari o natanti. 6. Cartografia e bussola. 7. Primo soccorso in situazioni di emergenza e segnali di soccorso. 8. Allestimento di passaggi in corda. 9. Pernottamento con allestimento ripari e bivacco in autonomia in due situazioni diverse. 10. Tecniche di lavorazione legno e fibre per corde, affilatura, accensione del fuoco con strumenti primitivi, recupero, trasporto, potabilizzazione acqua, cotture, trattamento cibo, riconoscimento e utilizzo di essenze naturali idonee. 11. Trekking esplorativo con test di orientamento in autonomia. 12. Salvaguardia individuale e di gruppo. 13. Contest, valutazione e attestati.

IL CORSO AVANZATO (per Operatori FISSS aspiranti al livello Istruttore Base e/o training formativo)

DURATA MINIMA: 4 giorni e due notti (anche in più sedute e in scuole federali diverse)

PARTECIPANTI: massimo 10 per Istruttore Master (coadiuvato da Istruttori Esperti o Base per più presenze)

DOVE: itinerante in totale autonomia e/o in campo attrezzato
PROGRAMMA: 1. Teoria (Ecologia umana fisiologia, principi di autonomia, psicologia ed economia del comportamento, regolamenti federali). 2. Allestimento di un campo base e progetto di esplorazione. 3. Costruzione di passaggi in corda e ponti, criteri di sicurezza e soccorso specifici. 4.  Fuoco, conservazione e trattamento di alimenti recuperati sul territorio o in dotazione. 5.  Lettura carte topografiche, GPS e pratica escursionistica. 6. Disorientamento e orientamento in autonomia (contest).  7.  Criteri di sicurezza e pratica di recupero, soccorso e disimpegno su impianti e in acqua. 8. Aspetti legali di sopravvivenza, management e criteri di Outdoor Campus. 9. Costruzione manufatti e attrezzi con elementi naturali reperiti in zona. Pratiche di primo soccorso, difesa personale e di gruppo, tattiche e strategie di intervento e segnalazione.

IL CORSO PROFESSIONALE E DI PERFEZIONAMENTO (per aspiranti Istruttori Esperti)

DURATA E SEDI: In relazione ai programmi, alla durata e alla tipologia dei vari step e tirocini previsti.
PARTECIPANTI: massimo 6 per ogni Istruttore Master e/o Consulenti esterni.
PROGRAMMA:1. Corso abilitante per lavori in altezza e/o da soccorritore in parchi avventura e Outdoor campus. 2. Corso di Formazione, Comunicazione e Gestione del gruppo. 3. Corso di Archeologia Sperimentale (scheggiatura, lavorazione legno e fibre per attrezzi e ripari). 4. Corso di primo soccorso 5.Tirocini. 6. Approfondimenti in almeno uno dei settori specifici previsti dal regolamento.

 

PER IL RILASCIO DI PATENTI FISSS DA OPERATORE DI SURVIVAL E OUTDOOR 1° LIVELLO

MODALITA’ D’ESAME PER GLI ASPIRANTI
L’esame consiste in un colloquio esplorativo e in una serie di test teorici e pratici preparati antecedentemente dalla Commissione preposta. Quest’ultima è formata da almeno un Istruttore Esperto abilitato e da un altro Istruttore federale più il responsabile della Scuola o altro esponente FISSS delegato dal Direttivo. Può svolgersi a seguito di uno stage di preparazione o di un corso specifico per candidati o di un “contest” di verifica per chi è già pratico (full immersion o workshop di almeno due giorni e una notte).

REQUISITI DI AMMISSIONE E SAPERI RICHIESTI PER IL CANDIDATO ALLA PATENTE “A”

1)    Possesso dei diritti civili (passaporto in regola o altri documenti probanti o autodichiarazione).
2)    Possesso di piene facoltà psicofisiche, resistenza, destrezza, manualità e tolleranza allo stress.
3)    Esperienza minima di pratiche Outdoor e assenza di fobie o patologie o disabilità invalidanti.
4)    Capacità di comunicazione, di lavoro in gruppo e in autonomia, di gestione  problemi e controllo dell’ansia.
5)    Buona acquaticità e sufficiente capacità di nuoto anche in apnea.
6)    Sufficiente conoscenza della terminologia elementare riferita all’Outdoor (anche in inglese)
7)    Patente di guida, principi di primo soccorso, difesa personale e legislazione in merito a responsabilità civili e penali.
8)    Pratica di nodi e di manovre in corda  elementari, nozioni di escursionismo e orientamento con e senza bussola.
9)    Sufficiente preparazione o attitudine in almeno metà delle discipline di abilità e specialità previste dalla FISSS (vedi sopra)
10)  Conoscenza del  Regolamento F.I.S.S.S., del testo base federale “Dati per Vivi” e dei principi generali di Survival.

 

LE QUALIFICHE DI LIVELLO PREVISTE PER LE PATENTI DI  SURVIVAL E OUTDOOR

PATENTE A.  (beige) OPERATORE                                   PATENTE C.  (arancio) ISTRUTTORE ESPERTO
PATENTE B.  (verde) ISTRUTTORE BASE                       PATENTE D.  (grigia) ISTRUTTORE MASTER

E’ prevista anche la patente E. (gialla) per Istruttori “EMERITI” (cioè quegli Istruttori che, per sopraggiunti limiti di età o per invalidità, non sono più in grado di essere operativi fisicamente) e la patente F. (azzurra) per Istruttori “HONORIS CAUSA” che  il Presidente F.I.S.S.S. può rilasciare a personalità di rilievo almeno nazionale che si siano distinte in attività o imprese degne di nota nel campo della sopravvivenza e che possano dare contributi tecnico-scientifici o lustro alla Federazione.

I titolari delle patenti onorifiche E-F, che non prevedono alcun indirizzo o livello, sono esentati dalle quote sociali ma non hanno facoltà di tenere o gestire autonomamente corsi federali di Survival per conto F.I.S.S.S. o terzi, se non per incarico straordinario del Presidente della Federazione (limitato a ruoli di consulenza, rappresentanza o sostituzioni occasionali di altri Istruttori impossibilitati).

 

CRITERI E NORMATIVE FISSS PER IL RILASCIO DI PATENTI E AVANZAMENTI DI LIVELLO

1) La F.I.S.S.S. in Italia indice corsi di formazione e sessioni di esami per aspiranti Operatori e Istruttori di Survival e Outdoor delle Consociate, rilascia patenti e attestati e tiene un Albo di Categoria con tariffario dei compensi per le attività.

2) Ogni aspirante Operatore, per ottenere la patente federale, deve possedere anzitutto i requisiti di ammissione per il primo Livello A (OPERATORE) ed essere preparato almeno sulla parte generale del programma preliminare. La patente può essere rilasciata solo tramite un’Associazione Federale che abbia tenuto un corso Base o un contest abilitante condotto da un Istruttore Esperto o Master affiancato da almeno altri due Istruttori Federali preposti. N.B. Questa qualifica abilita alla collaborazione nei centri e Scuole Federali, e solo la Segreteria F.I.S.S.S., preventivamente informata, può rilasciare patenti, attestati e distintivi.

3) L’Operatore di Livello A che intende candidarsi a Istruttore di Livello B (BASE) dovrà essere accreditato per scritto da una Scuola Federale diretta almeno da un Istruttore Esperto in qualità di TUTOR, con il quale dovrà aver collaborato come tirocinante per almeno 100 ore, o aver preventivamente partecipato ad uno o più corsi Federali avanzati di almeno 100 ore complessive. Tale patente abilita solo a tenere corsi “propedeutici o di iniziazione” al Survival-Outdoor nei centri FISSS.

N.B. Tutte le Scuole Federali sono tenute a dare la loro disponibilità per ospitare corsi, tirocini e tutoraggi.

4) Un Istruttore Base, per poter accedere, dopo almeno un anno, al successivo livello C (ESPERTO), deve essere presentato da un Tutor di grado Esperto o Master e promosso in un Testage apposito di due giorni (formativo e valutativo) da una commissione composta dalla maggioranza del Direttivo FISSS e della Commissione dei tecnici interni o esterni nominati. Tale patente abilita a tenere anche in autonomia corsi di Survival-Outoor (che possono essere anche abilitanti solo se tenuti in centri FISSS con la presenza di almeno altri due Istruttori).

5) Un Istruttore Esperto, per accedere al livello di “MASTER”, dovrà aver compiuto 33 anni, essere Esperto da almeno 2 anni e aver collaborato con un Istruttore Master suo Tutor per un tempo a discrezione di quest’ultimo. Dopo aver presentato la propria candidatura al Direttivo F.I.S.S.S., dovrà inoltre superare in sede opportuna un certame in totale autonomia nel quale dare saggio della sua preparazione e tenere due lezioni, su un tema a sua scelta e su un altro deciso dalla maggioranza dei membri del Direttivo FISSS e della Commissione dei tecnici nominati interni ed esterni.

6) Sono previste promozioni anticipate eccezionali, su delibera del Direttivo F.I.S.S.S., solo in caso di acclarate e verificate competenze di candidati particolari già professionisti nel settore Survival-Outdoor.

7) Per ottenere il rinnovo annuale della patente ogni Istruttore deve versare la quota stabilita entro il primo mese dell’anno e deve aver partecipato almeno a una iniziativa federale o Testage negli ultimi due anni, altrimenti la sua patente sarà posta in “stand by”, cioè non valida fino ad adempimento avvenuto. Dopo due anni di inadempienza può subentrare la sospensione o la retrocessione.

8) Gli Istruttori “BASE” di livello B possono tenere corsi F.I.S.S.S. solo in qualità di assistenti o coadiuvanti, devono essere coordinati da almeno un Istruttore di grado superiore e non possono essere titolari di un corso Federale.

Gli Istruttori “ESPERTI” di livello C possono tenere autonomamente corsi propedeutici e di formazione base abilitante per Operatori e Istruttori Base ed essere titolari di una Scuola Federale (in quest’ultimo caso sono definiti sull’Albo “Operativi”).

Gli Istruttori “MASTER” di livello D, se dichiarati operativi sull’albo di categoria, sono gli unici a poter essere titolari di una Scuola Federale “Master” per corsi di formazione base, avanzati e professionali rivolti ad aspiranti Istruttori federali di ogni livello, ad agenti di sicurezza, a militari e al personale di Enti Pubblici e privati per l’Outdoor Training.

9)  A seguito di segnalazione da parte dei responsabili delle consociate, previa verifica e parere della commissione etica degli arbitri, è facoltà del Direttivo FISSS sancire retrocessioni o sospensioni per gli Istruttori che avessero gravemente trasgredito il regolamento o il codice deontologico federale o perso capacità e competenze nel tempo.

Saranno sospese le patenti degli Operatori e Istruttori che per due anni successivi non avranno versato le quote federali dovute e/o partecipato ai Testage o che non praticano la disciplina in ambito FISSS.

10) Ambiti di utilizzo della patente di Istruttore F.I.S.S.S.. Nonostante costituisca di per sé un valido accredito per operatori del tempo libero che guidano attività outdoor, la patente federale è considerata indispensabile per tenere corsi riconosciuti dalla F.I.S.S.S. e organizzati dalle sue Consociate nel rispetto dei programmi e dei disciplinari previsti da questo regolamento.
Il titolare della patente è dunque accreditato presso le Scuole Federali, ma può fregiarsi del titolo anche presso altri Enti e organizzazioni, essendo la F.I.S.S.S. un Ente di livello nazionale che tiene un Albo degli Istruttori Survival e Outdoor, si occupa della loro formazione e aggiornamento,  ne verifica la competenza,  ne stabilisce il grado professionale e ne promuove l’ attività .
L’Albo Istruttori, alla voce “qualifiche specialistiche”, riporta anche accrediti e attestati di altri Enti competenti (Federazioni, Università, Ordini, ecc.) rilasciati all’iscritto per discipline o professioni afferenti o complementari al Survival (vedere a seguito).

TESTI  UFFICIALI DI PREPARAZIONE PER ISTRUTTORI FISSS

Per Patenti A:“Dati per Vivi” (E. Maolucci e A. Salza)- Manuale federale per le Consociate e loro soci disponibile c/o segreteria)
Per patenti B: “Outdoor” (Pensare, agire e sopravvivere) di E. Maolucci, A. Salza e M. Dalla Palma, Ed. Hoepli 2010 –        “Guida completa al Survival” (R.Lorenzani, Ed. Hoepli 2014) – “Prepping” ( Maolucci-Salza, Ed. Hoepli 2016).
Per Patenti C: “Manuale del Trapper” di A. Mercanti, Ed. Longanesi; “Manuale della Croce Rossa Italiana”.
Per patenti D:  “Le regole dell’avventura” ( L. Gonzales, Ed. Corbaccio2004); “Resisto, dunque sono” (P. Trabucchi, Ed. Corbaccio 2009 ). “Mental  Survival”(F. Nannini, Ed. Hoepli 2016).

 

 

 

I SAPERI DISCIPLINARI RICHIESTI PER  ISTRUTTORI FISSS di LIVELLO B (Base)-C (Esperto)-D (Master)

DISCIPLINE FORMATIVE E TECNICHE BASILARI
B -Teoria dell’equipaggiamento, kit di survival e tecniche di primo soccorso – Capacità espositive e di trasferimento saperi –   Conoscenza dei testi ufficiali previsti – Accensione fuoco con metodi a frizione e percussione (archetto, acciarino,ecc.) e moderni (meta, magnesio, ecc.) – Costruzione ripari in diversi ambienti e situazioni meteo (freddo, neve, vento, pioggia, sole) – Orientamento con e senza bussola per navigazione terrestre a vista e nozioni di cartografia.

C -Realizzazione di utensili e armi primitive (oggetti da taglio, raschio, punta, lancio, perforatori, ecc.) – Costruzione di corde, cavi e reti (nodi, intreccio, torcitura e tessitura). Pesi, misure, distanze e antropometria – Reperimento di risorse alimentari (tecniche di caccia e pesca, conservazione di cibi, vegetali e animali commestibili) – Reperimento acqua (ricerca, potabilizzazione, distillazione, trasporto) – Principi di alimentazione e medicinali (conoscenza delle qualità nutrizionali degli alimenti, delle esigenze dell’organismo, delle proprietà medicinali di piante e di farmaci essenziali per l’autopreservazione – Teoria e pratica di primo soccorso e pronto intervento – Difesa personale e di gruppo nel Prepping (Urban Survival) – Capacità di comunicazione, leadership, lessico adeguato e conoscenza dei testi ufficiali previsti – Corso di formazione per conduzione e gestione del gruppo,  laurea o diploma superiore – Conoscenza ed esperienza in più ambienti naturali, anche estremi.
D –Tecniche di difesa personale e di gruppo attiva e passiva e conoscenza sufficiente del funzionamento delle principali armi

primitive e da  fuoco; mimetizzazione, fuga, intercettazione, prevenzione, attacco – Problem solving, dinamiche comportamentali, leadership e cooperazione, gestione di stress, paure e fobie; logistica, organizzazione e gestione di missioni; psicologia, sociologia ed economia del comportamento – Nozioni di mineralogia, botanica, zoologia, ecologia umana, vegetale, animale, etologia – Tracking ed ecosistemi principali e conoscenza dei testi ufficiali previsti – Manifattura indumenti e contenitori (concia pelli, trattamento di fibre vegetali, animali e sintetiche); principi e tecniche di scheggiatura e levigatura della pietra; pratica di carpenteria; Bushcraft, progettazione e costruzione ripari con elementi naturali – Esperienze in ambienti “altri” non europei ed estremi (Jungla, deserto, savana, artico, ecc.).
ESCURSIONISMO, ORIENTAMENTO E PRATICA DI CORDE
B – Pratica di passaggi su corde orizzontali e verticali, ponti di equilibrio e impianti ecodinamici; nodi specifici per collocamento e uso di corde; tecniche di risalita in Prusik e discesa in corda doppia; Tree climbing; competenze di manutenzione attrezzature.
C – Corso di lavori in altezza, e/o recupero, soccorso e sicurezza con patente rilasciata da Ente autorizzato – Pratica di orientamento con bussola e G.P.S., cartografia e meteorologia – Pratica di trekking e di progressione su qualsiasi terreno e qualsiasi mezzo, di tecniche di imbracatura e arrampicata, sistemi di sicurezza  e recupero in altezza, guida fuoristrada con bicicli e mezzi motorizzati – Competenza in programmi di escursioni e scelta dell’equipaggiamento idoneo individuale e di gruppo – Esperienza di Primo soccorso e pronto intervento (es. corso della Croce Rossa – BLS; farmacologia; nozioni sufficienti di medicina e anatomia – Pratica di segnali di soccorso  terra-aria con qualsiasi mezzo nei codici internazionali.
D – Pratica di tutte le attrezzature pertinenti (riferite ad ogni tipo di location e lavoro sul campo) e tecniche di montaggio corde, funi e cavi, fissaggio, tesatura, disposizione in sicurezza e recupero per campi scuola e avventura.
TECNICHE DI TIRO CON ATTREZZI E SEMPLICI DA LANCIO
B – Conseguimento del bersaglio a discrezione della Commissione (da 5 a 20 metri) con tutti gli attrezzi previsti: arco, giavellotto

mirato (con e senza propulsore); attrezzo semplice per tiri mirati in rotazione (bastone, boomerang, frombola o altro strumento

da lancio a mano), a soffio (cerbottana) o a elastico (fionda).
C – Capacità d’uso e pratica  di  manutenzione degli attrezzi previsti dal regolamento F.I.S.S.S. nonché  conoscenza delle norme di sicurezza specifiche per ogni tipo di pratica.
D – Capacità di costruzione  degli attrezzi citati (con  materiali naturali o artificiali di fortuna).

NUOTO E SUB

B– Buona acquaticità e capacità di nuoto

C– Competenze sub in apnea

D– Competenze sub con respiratori

 

QUALIFICHE SPECIALISTICHE AFFERENTI O COMPLEMENTARI AMMESSE NELL’ALBO FISSS

 

– NUOTO, SALVAMENTO E  SUBACQUEA
Brevetto di assistente bagnanti e/o  di salvamento e/o Rescue PADI  o altra Federazione di specialità.
– ROCCIA, MONTAGNA E NEVE
Curriculum di attività alpinistica  e  arrampicata  documentato, o abilitazione FASI e/o FISI e/o CAI e/o altre pertinenti.
– NAVIGAZIONE IN MARE O ACQUE INTERNE
Abilitazione alla navigazione per scafi a vela e/o motore  e/o  mezzi  di discesa fluviale ( kayak, canoa, ecc.).
– DISCIPLINE ESTREME  O SPECIALITA’ COMPATIBILI
Attestato o patente relativa ad attività estreme compatibili con la sopravvivenza  (es. paracadutismo, sci alpinismo, parapendio,

canyoning, ecc.) o alla guida in fuoristrada (auto e/o moto,ecc.) o alla conduzione F.I.S.E. (Sport Equestri).
– ABILITAZIONE AL PRIMO SOCCORSO (rilasciata dalla Croce Rossa o altri enti competenti)
–  DIFESA PERSONALE E PORTO D’ARMI
Diploma di arti marziali (sufficiente curriculum agonistico o suo equivalente in qualsiasi disciplina) o Grado Militare di

professione, o porto d’armi sportivo o licenza di caccia.
– ALTRE  QUALIFICHE: Possesso di Laurea o diploma o master o specializzazione utile e complementare al  Survival e Outdoor, previo documento rilasciato da Università o da Ordine Professionale o Ente di formazione riconosciuto.

N.B. Queste eventuali qualifiche supplementari, se trasmesse in copia alla Segreteria FISSS dagli interessati, saranno riportate nell’Albo Federale, poiché utili a una opportuna selezione per eventuali committenze riguardo a corsi o eventi particolari.

Comments are closed.